Fantastico

1954
olio su tela
21×25,5

Tra il 1930 e il 1935 Licini abbandona la figurazione e inizia una serie di opere astratte, negli anni Cinquanta, accanto o insieme alle Amalassunte, agli Angeli e ai Notturni, ricompariranno opere composte da sottili triangoli colorati, che non rispondono ad un calcolo ma ad un ritmo musicale, Licini risente dell’influsso di Kandinskij, la sua geometria è veicolo di cadenze ritmiche raffinate e poetiche.