Parade

1975
acrilico su tela
146×114

L’opera di Tadini è incentrata sul rapporto con la cultura letteraria d’avanguardia. Egli crea raffinati montaggi di immagini e parole secondo un principio di associazione onirica surrealista. Gli oggetti quotidiani di una stanza meublé (ammobiliata), posti su un pianoforte, formano una moderna natura morta, in cui all’uva e alla mela, si accompagnano oggetti contemporanei. Essi sembrano investire in modo inquietante la protagonista, un manichino rivestito di jeans ocra, cui un uso sapiente dell’acrilico conferisce l’aspetto di un vero tessuto.