Asta cielare

1998
bronzo
270x15x15

A partire dagli anni Settanta Pomodoro realizza la serie delle aste cielari, colonne che trovano il loro referente in Brancusi e nella sua Colonna senza fine (1937), che hanno l’aspetto eroso di certe formazioni geologiche corrose dal tempo. Dalla colonna escono fuori delle spine, quasi come se la materia si stesse difendendo dall’assalto dell’uomo.
Pomodoro sottolinea come la sua ispirazione non nasca dall’idealizzazione di un elemento naturale, quanto dal paesaggio concreto, le aste sono ispirate dalle altissime antenne che si stagliano all’orizzonte, percorrendo il Bay Bridge di San Francisco.